1° Aprile. Occhio al Pesce!

PESCEAPRILE - foto e immagini

Guarda tutte le foto

Primo aprile. Tempo di primavera… ma anche di Pesci e di scherzi! L’anno scorso in tutta Italia sono state diverse le iniziative goliardiche all’insegna dello humour. Come riportato dal Quotidiano Nazionale, nel 2006 a Firenze c’è chi si è ritrovato una multa (falsa) perché con la sua auto “sostava in modo da impedire lo smarrimento di altro veicolo in sosta” mentre a L’Aquila la pagina locale del quotidiano “Il Messaggero” dava come certo (ovviamente era uno scherzo) il progetto di far indossare delle “braghe” alle statue monumentali di due piazze della città abruzzese.

Il Quotidiano Nazionale scriveva che addirittura il Gazzettino di Venezia dell’anno scorso riportava che a Mestre sarebbe stata costruita una torre alta più di 200 metri voluta da una multinazionale di cartoni animati che intendeva piantare lì la propria sede generale. Anche in questo caso si trattava di un Pesce d’Aprile. Ma come nasce questa tradizione? Una delle numerose ipotesi ritiene che l’origine di questa usanza risalga a riti pagani legati al calendario giuliano per il quale il primo aprile rappresentava il solstizio di primavera. Finito il freddo inverno, questa data segnava il passaggio alla bella stagione, al rinnovamento della vita. Con l’avvento del Cristianesimo la festa del 1° aprile venne sostituita dalla Pasqua, essa stessa simbolo di rinnovamento.

E nel resto del mondo? In Italia e nel Regno Unito si corre il rischio di andare in giro con un pesce sulla schiena, alla mercè di scherzi di ogni genere. In Scozia questa festa dura due giorni e porta il bizzarro titolo di Taily Day (giorno delle natiche). Lo sciocco di turno si vedrà preso a calci; non a caso porta sulla schiena il cartello con su scritto “kick me” (prendimi a calci). Occhio al fondoschiena se vi trovate da quelle parti! In Germania i quotidiani si divertono a prendere in giro i lettori pubblicando notizie alquanto improbabili (smentite il giorno successivo), un po’ come è accaduto in Italia l’anno scorso come riportato nell’articolo del Quotidiano Nazionale.

In Messico tutto quello che viene prestato il giorno del pesce d’aprile (che da quelle parti cade il 28 dicembre) non sarà mai più restituito al legittimo proprietario (lo scherzo sta proprio nel convincere amici e parenti a farsi prestare qualcosa… tanto non verrà restituito!). Se a fine anno sarete in vacanza sulle coste messicane o nei siti archeologici dello Yucatan, non prestate nulla a nessuno! Non tornerebbe più indietro. Paese che vai… Buon Primo Aprile a tutti!

Lara Elia

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg
pesceaprile pesceaprile pesceaprile pesceaprile



Articoli correlati

Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Halloween 2013, le alternative: Dìa de los Muertos in Messico (17 Ottobre 2013)
Festa dei Ceri 2013 a Gubbio il 15 maggio (10 Maggio 2013)
Queen’s Day 2013: il 30 aprile ad Amsterdam si festeggia l’ultimo (10 Aprile 2013)
Chichén Itzá in Messico: la sesta meraviglia del mondo moderno (3 Aprile 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili