Airbnb educherà gli hosts sul servizio clienti

airbnb

Aibnb, il più famoso portale dedicato all’ospitalità nel mondo, ha lanciato un hospitality lab per insegnare e dare suggerimenti agli hosts e migliorare il servizio clienti. Un’iniziativa utile sia per chi viaggia e utilizza Airbnb per prenotare il proprio soggiorno, sia per chi offre la sua casa.

Di Airbnb abbiamo già parlato. È forse il successo più importante degli ultimi anni nel mondo dei viaggi. La community abbraccia ormai tutto il mondo con oltre 190 paesi e più di 32 lingue. Prenotare con Airbnb è sempre più comune e unisce la comodità di soggiornare in case private a prezzi più bassi, con il piacere di conoscere nuove persone e vivere il luogo in modo diverso, forse più intimo.

Non aumentano solo coloro che preferiscono dormire in una casa privata piuttosto che in un anonimo hotel. Anche la percentuale di persone che mettono a disposizione la propria abitazione è in continua crescita. Per questo Airbnb ha deciso di aiutare gli hosts a migliorare la qualità della propria ospitalità garantendo agli ospiti soggiorni più soddisfacenti.

“Con oltre 500.000 annunci in oltre 35.000 città in tutto il mondo, abbiamo una grande opportunità di collegare persone provenienti da culture diverse,” ha detto Emily Joffrion, rappresentante per Airbnb. Le differenze culturali possono aprire nuove sfide e attraverso l’hospitality lab si possono standardizzare alcuni servizi, garantendo un buon livello pur continuando a favorire esperienze intensamente locali, che sono il punto forte del servizio Airbnb.

La stragrande maggioranza degli hosts Airbnb offrono le proprie residenze private per integrare il loro reddito e questo fa si che entrino nel mercato persone che non hanno mai lavorato nel campo dell’ospitalità turistica.

Stabilire regole base su come accogliere gli ospiti, cosa offrire in casa e come comportarsi migliora il soggiorno di chi viaggia e anche il servizio di chi offre casa. Per esempio non sempre vengono fornite lenzuola e biancheria come nelle strutture tradizionali, ma Airbnb sta incoraggiando gli ospiti a farlo.

In questa fase si sta cercando di organizzare diversi laboratori in particolare on line, che possano fornire suggerimenti e strategie utili. Per informazioni potete consultare il sito airbnb.com
Senza dubbio è in atto una grande rivoluzione nel mondo dell’ospitalità e Airbnb ne è un grande protagonista.

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili