Carnevale di Ivrea 2011: la battaglia delle arance

arance

Uno dei carnevali più particolari e antichi d’Italia è quello di Ivrea dove ogni anno si combatte la battaglia delle arance.
Lo storico carnevale di Ivrea è uno dei più importanti e noti carnevali d’Italia la cui caratteristica è quella di aver mantenuto una tradizione ininterrotta, seppur con qualche modifica, sin dal XVI secolo.

Non solo: il carnevale di Ivrea è anche l’unico in Italia che, mescolando i riferimenti all’esercito napoleonico e alle rivolte popolari del medioevo, ha potuto fregiarsi dell’appellativo “storico”. Addirittura fu riconosciuto manifestazione di rilevanza internazionale dalla Presidenza del Consiglio negli anni cinquanta.

L’aspirazione alla libertà è il solenne principio ispiratore che guida il carnevale d’Ivrea. Si tratta, infatti, della rievocazione storica di una sommossa popolare risalente al medioevo. Il tiranno della città fu scacciato grazie al coraggio della figlia di un mugnaio che, rifiutandosi di sottostare allo jus primae noctis, diede il via alla rivolta popolare.

Il carnevale di Ivrea è dunque soprattutto una festa civica in cui la città celebra il proprio affrancamento dalla tirannia e la conquista della libertà. I due elementi tradizionali del carnevale di Ivrea sono il corteo storico e la battaglia delle arance.

L’eroina della festa è la Mugnaia. Vestita di ermellino e con la coccarda dei colori del carnevale, la mugnaia sfila su un carro dorato tra applausi e grida che sottolinenano la grande partecipazione emotiva dei concittadini.

Accanto alla mugnaia trovano posto damigelle e paggi che la aiutano nel lancio di caramelle e rametti di mimosa. Davanti e accanto al carro della Mugnaia, sfilano gli Alfieri, il Generale, gli ufficiali dello Stato Maggiore con le divise dell’esercito napoleonico.

Tutto il corteo è accompagnato dalla Banda dei Pifferi e Tamburi che riempie l’aria con “La Canzone del Carnevale” che celebra la rivolta popolare contro il tiranno.
La sfilata del corteo storico si terrà domenica 6 marzo a partire dalle 14 da piazza di Città.

La battaglia delle arance è certamente il momento più conosciuto e di maggior richiamo del Carnevale di Ivrea. Pur avendo origini diverse, anche la battaglia delle arance è diventata nel corso dei secoli una rappresentazione della ribellione del popolo alla nobiltà. La battaglia delle arance si combatte tra due fazioni: i carri da getto e le bande a piedi. I carri rappresentano la nobiltà, le bande a piedi rappresentano i popolani contro il tiranno.

Gli aranceri sono numerosissimi e indossano abiti imbottiti e maschere di cuoio per proteggersi durante il lancio. Sono tiratori abilissimi e allenati, e, ogni anno, una speciale giuria assegna dei riconoscimenti ai tiratori che si sono distinti per abilità tecnica, lealtà e coraggio.

Anche la battaglia delle arance è prevista per domenica 6 marzo: sono previsti 32 carri suddivisi su due percorsi: interno (piazza Ottinetti e piazza di Città) ed esterno (Borghetto, piazza del Rondolino passando da Lungo Dora e piazza Freguglia).

Il Carnevale di Ivrea termina con un momento particolarmente suggestivo: l’Abbruciamento degli Scarli. Cinque scarli vengono eretti nelle maggiori piazze della città e poi incendiati in un chiaro rituale di prosperità e fertilità presente in ogni carnevale. Il momento più solenne è in piazza di Città quando la Mugnaia brucia la piccola bandierina in testa alla spada che porta con se e poi getta agli astanti i garofani che decorano il suo carro.

Denso di riferimenti storici, di antica ritualità e con un cerimoniale ben preciso il Carnevale d’Ivrea è un evento affascinante e coinvolgente che vale la pena di vivere almeno una volta.
Sul sito del Carnevale troverete tutte le informazioni sul programma e i biglietti.

foto di Montanaro Maurizio™

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Carnevale

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili