Dal Col di Tenda a Nizza lungo le sponde del Roya

saorge

Con le temperature africane di questi giorni, andare a cercare un po’ di fresco in montagna è un’ottima idea. Oggi vi proponiamo un breve ma piacevole itinerario nella regione francese della Provenza Alpi Costa Azzurra lungo le sponde del Roya, piccolo fiume che nasce sulle Alpi Marittime e nel suo ultimo tratto scorre in Liguria.

Potete partire dal mare, da Nizza o da Ventimiglia, e risalire verso Col di Tenda o viceversa attraversare il tunnel da Limone di Piemonte e scendere giù a valle, in territorio francese. La strada è decisamente panoramica e molto divertente se viaggiate in moto. Durante i fine settimana, infatti, il traffico di motociclisti è intenso, complici tornanti e curve che fanno di questa strada un paradiso per gli appassionati delle due ruote.

Il tunnel di Col di Tenda è lungo circa tre chilometri e collega Francia e Italia dal 1982. Quando fu ultimato, era il traforo più lungo che avevamo e tuttora rimane uno dei passaggi di frontiera più comodi tra i due paesi: è, infatti, percorribile tutto l’anno non trovandosi a un’altitudine particolarmente elevata, ci troviamo atra i 1200 e i 1300 metri. E’ chiuso dalle 22 alle 6 del mattino.

Una volta superato il tunnel si apre la vallata, fatta di canyon boscosi che seguono le impetuose acque del Roya. Si incontrano presto dei piccoli paesini e alcuni si intravedono abbarbicati sulle rocce. Uno dei più carini è Saorge, con i suoi tetti di ardesia che prendono un bel colore viola. Il paesino è piccolo e ben tenuto con vicoli strettissimi solo pedonali. Qui il fiume ha formato le spettacolari gole di Saorge: un vero e proprio canyon dove l’acqua del fiume diventa impetuosa.

Proseguendo verso sud s’incontra Breil-sur-Roya, uno dei paesi più grandi della zona. Lungo tutta la strada è possibile fermarsi e ammirare il panorama e, in alcuni punti, scendere fino al fiume e fare un bagno nelle sue acque cristalline e gelide! Il Roya in diversi punti è molto basso con ciottoli e sassi su cui camminare.

L’acqua è trasparente e in alcuni momenti ha quel colore verde tipico dei fiumi di montagna. Fate sempre molta attenzione: ci sono segnali che indicano il pericolo di onde improvvise per la presenza di una centrale elettrica, quindi evitate lunghe permanenze.

Superata Breil, girando sulla destra si arriva a Sospel, deliziosa cittadina in puro stile provenzale. Fermatevi alla brasserie nella piazza lungo il fiume: servono un ottimo croque monsieur, una specie di toast con prosciutto e formaggio. Lungo tutta la strada, in particolare nei paesi, non avrete difficoltà a trovare piccoli e deliziosi alberghetti e c’è anche un camping.

Proseguendo verso sud si arriva a Nizza, e da qui si entra nel cuore della Costa Azzurra, ma di questo parleremo un’altra volta.

foto di fulviovirgone

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Francia

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili