El Celler de Can Roca, Girona: viaggio nell’arte culinaria.

EL CELLER DE CAN ROCA - foto e immagini

Guarda tutte le foto

Negli ultimi anni si va affermando sempre di più il turismo enogastronomico anche oltre i confini nazionali, grazie alle compagnie aeree low cost. In questo caso raccontiamo di El Celler de Can Roca di Girona, ristorante numero 4 al mondo secondo Restaurant Magazine.

Girona è facilmente raggiungibile da diversi aeroporti italiani con poche decine di euro andata e ritorno grazie alla solita Ryanair. Dall’aeroporto di Girona al ristorante El Celler de Can Roca ci vogliono poi dai 20 ai 30 minuti a seconda del tassista e quindi una ventina di euro per la corsa.

El Celler de Can Roca è presente da diversi anni nelle classifiche dei migliori ristoranti al mondo e nel 2010 sale al quarto posto sulla speciale classificia dell’autorevole Restaurant Magazine, mentre l’altrettanto prestigiosa Guida Michelin gli ha conferito la terza stella, cioè il massimo del punteggio.

Il ristorante, aperto nel 1986, è l’espressione dell’arte cuclinaria dei fratelli Roca, Joan il cuoco (o sauvory mind, come si defisce sul proprio sito web), Josep il sommelier (liquid mind) e Jordi il pasticcere (sweet mind). Vediamo com’è andata la nostra visita di persona.

Abbiamo scelto il menu degustazione completo, denominato Festival, composto da 18 piatti, di cui 15 piatti di Joan e 3 dolci di Jordi, dal costo di 135 euro. Insieme a questo, pur essendoci una carta dei vini di assoluto rilievo con diverse etichette prestigiose e con ricarichi sensati, abbiamo scelto i vini in abbinamento, quasi un calice per ogni piatto, selezionati da Josep. Alla fine saranno 12 calici di vino per 65 euro.

Il pranzo è durato 4 ore (ma mettetene in preventivo 5 per essere più rilassati) e la sensazione è di aver scoperto il vero significato dell’espressione arte culinaria. La cucina di Joan è indubbiamente eccellente, e abbiamo trovato il piatto migliore essere il Gambero con la sabbia. Più che buone le prove dolci di Jordi, mentre la sequenza dei vini in abbinamento ci ha interessato e sopreso in diverse occasioni, considerando anche il prezzo competitivo non solo per i ristoranti stellati, ma per qualunque ristorante (provate ad andare in quello sottocasa e a chiedere di avere 12 vini diversi…).

Il servizio è eccellente, peraltro ci è stato appositamente assegnato un cameriere di lingua italiana, l’ambiente è più che gradevole con gli ampi spazi tra un tavolo e l’altro che garantiscono la giusta riservatezza e il giusto respiro, come si addice a un ristorante di questo livello. Con tutto questo l’approccio col personale, sempre prodigo di spiegazioni sui piatti, è amichevole e piacevole. Niente musi formalizzati, niente ingessature, ci hanno parlato con l’allegria di proporre i risultati della loro ricerca gastronomica.

E’ un esperienza che consigliamo a tutti coloro che vogliono capire cosa significa arte culinaria, ovvero lo consigliamo sia come un viaggio per amici appassionati di cucina, sia come un regalo all’interno di una coppia. Certo, il prezzo a persona finale di 200 euro non è indifferente, ma è affrontabilissimo da gran parte di noi almeno una volta. Basta che non pensiamo di andare a sfamarci e basta. Qui, ripetiamo, si tratta di arte culinaria, da esplorare con tutti i sensi. Credeteci.

Sito ufficiale: www.cellercanroca.com

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg
Menu Brioche di tartufo Omelette di chiodin e Bonbon di piccione con Bristol Cr Ostrica in escabeche di sherry fino e salsa di ostriche Zucca, Cozze sfericizzate e mandarino Gambero alla griglia, sabbia di gambero ed essenza di g Zuppa di cipolla, noci di Crespià e formaggio comté Sogliola alla brace, olio di oliva verde, finocchio, pi Triglia con il suo fegato, zemino di pesce, lardo e gno Tendini di vitello e chiodini Steak Tartar, nougart di cipolla, gelato di senape e sp Agnello, piselli e menta Granita di distillato di limoni Soufflè di rose Cromatismo aranja



Articoli correlati

San Fermín 2013: dal 6 al 14 luglio a Pamplona (27 Giugno 2013)
Viaggio a Finisterre: la “fine del mondo” passa attraverso le delizie della cucina gallega (17 Giugno 2013)
Carnevale 2013 a Tenerife dal 6 al 17 febbraio (8 Gennaio 2013)
Museo del Prado a Madrid: orari e biglietti (5 Dicembre 2012)
Turismo in bicicletta: le città con il miglior bike sharing (3 Dicembre 2012)

Commenti (1)

Feed RSS 2.0 dei commenti

  1. L’arte assemblata alla cucina riesce a coniugare l’estetica al sapore, ma ho sentito dire che spesso i prodotti utilizzati per fare i “piatti artistici” possono far male perchè ad alto contenuto chimico.


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili