Giappone in inverno: feste e tradizioni nel paese dei samurai

japan

Il Giappone, terra di antiche tradizioni, resta una delle mete più consigliate per un viaggio in questo nuovo 2011.

La lingua, la cultura e la religione permeano fortemente la vita degli abitanti del paese del Sol Levante per cui un viaggio in Giappone è davvero un’esperienza diversa dal solito.

Prima di tutto occorre sfatare il mito che si tratti di un viaggio eccessivamente costoso. Arrivare in Giappone non è più così caro, ma soprattutto si può mangiare e dormire senza spendere un capitale. Certo, levatevi dalla testa che si tratti di un viaggio economico come potrebbe essere in India, Thailandia o in altri paesi asiatici.

Il Giappone non è economico, ma facendo attenzione e informandosi bene, si può visitarlo senza dilapidare il conto in banca. Un biglietto di andata e ritorno per Tokyo costa più o meno intorno agli 800 euro, ma se dedicate un po’ di tempo alla ricerca e non avete fretta di partire, è possibile trovarlo anche a 500 euro.

Il periodo più bello e romantico per andare in Giappone è la primavera con la fioritura dei ciliegi e il risveglio della natura. Tuttavia anche l’inverno è una bella stagione per esplorare il paese, il clima non è poi così rigido e può regalarvi giornate limpide e tiepide.

Trattandosi di un popolo molto legato alla propria cultura tradizionale, non è difficile incappare in feste e rituali che accompagnano la vita dei giapponesi durante tutto l’anno. Il termine giapponese che indica la festa è matsuri e non ci sono giorni specifici validi per tutto il paese, ma cambiano di regione in regione.

L’inizio di un nuovo anno è un momento dell’anno particolarmente importante perciò in questo periodo è possibile assistere a diverse manifestazioni.
Tra queste una molto curiosa avviene il 6 gennaio: mentre dalle nostre parti si svuotano le calze della Befana e si festeggia l’Epifania, in Giappone, le vie di Tokyo si animano per la Festa Dezomeshiki-Matsuri. I pompieri della capitale sfilano per le vie della città esibendosi in spericolati esercizi sulle tipiche scale di bambù.

L’inizio dell’anno è molto sentito anche in Giappone: le famiglie vestono i loro abiti più eleganti e le donne nei loro bellissimi kimono tradizionali, si recano al tempio per chiedere fortuna e benessere.
A Nara, città nel sud del paese, si accendono 3000 lanterne di bronzo e pietra: è la tradizionale Mantoro Matzuri che avvolge la città di un’atmosfera surreale e affascinante.

A Sapporo e in altre città della provincia di Hokkaido, l’inverno si trascorre sotto la neve. Per questo gli abitanti si sono inventati la festa della neve che si svolge generalmente nei primi giorni di febbraio e che prosegue per una settimana. E’ il festival dedicato alla neve più grande di tutto il Giappone e in questa occasione vengono prodotte gigantesche sculture di neve e ghiaccio.

Infine, un altra festa importante è la Setsubun Matsuri, la festa del lancio dei fagioli. Nella cultura giapponese l’anno inizia il 3 o 4 febbraio, un momento decisamente importante che si festeggia in tutti i templi del Giappone con riti che purificano dal male dell’anno appena trascorso e che scacciano le divinità maligne dall’anno nuovo.

In occasione della festa del lancio di fagioli, in ogni casa o scuola giapponese, un adulto si traveste da Oni, figura mitologica simile a un demone e che ricorda moltissimo gli orchi della cultura occidentale. I bambini scacciano via i demoni lanciando loro fagioli e soia tostata al grido di “Oni wa soto! Fuku wa uchi!” cioè “Fuori gli Oni! Dentro la fortuna!”.

La Setsubun Matsuri è una festa che si trova a cavallo tra un anno vecchio e uno nuovo, ma anche tra due stagioni: l’inverno e la primavera che, come dicevamo, è uno dei periodi dell’anno più belli per visitare il paese. Torneremo certamente a parlarne.

fonte Tutto Gratis Viaggi
foto di TruShu

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Tokyo Baby Cafè: un bar dedicato ai più piccoli (25 Novembre 2013)
Festival Internazionale del Film: a Roma dall’8 al 17 novembre (6 Novembre 2013)
Frantoi Aperti 2013: in Umbria dal 1° novembre all’8 dicembre (28 Ottobre 2013)
Halloween 2013, le alternative: Dìa de los Muertos in Messico (17 Ottobre 2013)
Eurochocolate 2013 a Perugia dal 18 al 27 ottobre: la festa green del cioccolato (16 Ottobre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili