Il benessere nasce dal vigneto, tra Cuneo e Alessandria

cuneo
Un territorio vasto, un panorama di monti e di vallate di cui sono ingredienti insostituibili le Alpi Marittime e Cozie: è la ”provincia granda“, come amano chiamare i piemontesi la provincia di Cuneo. Ecco un itinerario proposto dall’Isnart per scoprire questo bellissimo territorio.

Proprio qui, tra le colline, i pianali, le forre e le montagne di una delle province più estese del Piemonte – ma anche tra le meno popolate – inizia il viaggio. E, precisamente, a 1300 m d’altezza, dove si trovano le terme di Vinadio: aria pura, paesaggi incontaminati e acque termali che scaturiscono, calde, dalle pendici del monte Oliva, ideali per idromassaggi, fanghi e per l’antroterapia.

Scendendo un po’ di quota si incontra, ai margini del Parco Naturale delle Alpi Marittime, Valdieri, il centro più noto della Valle Gesso. Disteso in un’ampia conca, il ”paese dei taglialegna“ (da Waldarius, antica parola di origine celtica) conserva alcune costruzioni sei-settecentesche di rara bellezza, come la chiesa di San Martino, in stile neoclassico e il palazzo dei conti di Andon. Pochi chilometri a monte del paese, passato l’abitato di Sant’Anna, si trova Terme di Valdieri, località pressoché disabitata dove ha sede il noto stabilimento termale, già conosciuto in epoca romana. Merita una visita il Parco Naturale delle Alpi Marittime, istituito nel 1980 in un’area immensa, che Vittorio Emanuele II aveva destinato a propria riserva di caccia.

Cuneo, quasi fosse appoggiata a uno scenografico balcone, volta le spalle a sei vallate. Per scoprirla non bisogna farsi tentare dalla fretta, perché Cuneo ha bisogno di tempo per essere capita, per comprenderne il fascino di luogo di storia e di cultura, sospeso tra i monti ma raggiunto dal vento del mare.

Il secondo giorno inizia in val Varaita, soprannominata ”la smeraldina“, perché qui tutto è verde – castagneti, betulle sparse, boschi di pini e larici, prati e pascoli – e frescura ai piedi dei contrafforti delle Alpi.
Dai frutteti del fondovalle si sale per Piasco e Venasca raggiungendo, dove la valle si fa più stretta e i boschi più fitti, Brossasco e Sampèyre. Dopo Casteldelfino la valle si biforca in due valloni e, proprio allo sbocco della Val Varaita sull’ampia pianura piemontese si trova il piccolo centro di Costigliole Saluzzo, dominato nella sua parte più antica dalla mole di tre castelli: il Castelletto, che risale alla fine del XV secolo; il Castello Rejnaudi, costruito nel XVII secolo, oggi trasformato in un hotel con beauty farm all’avanguardia.

Intorno al paese si stendono i vigneti che producono un vino chiamato Quagliano che ha ricevuto da non molti anni la denominazione di origine controllata, le Langhe sono a due passi.
Rilassati dopo un massaggio detossinante all’olio di vinaccioli, il consiglio è di raggiungere la vicina Revello, dove si trova l’abbazia di Staffarda, uno dei monumenti medievali più noti e frequentati del Piemonte, giunto miracolosamente intatto fino ai nostri giorni, ancora oggi uno straordinario esempio di architettura romanica.
Non può mancare, infine, una visita a Bra, tra i borghi e i vigneti del Roero: qui, ai tavoli dell’ormai storica enoteca Boccondivino, è nato Slow Food. Quale luogo migliore per concedersi un eccellente bicchiere di elegante e profumato Roero doc?

Camminare per Alba è quasi un’esperienza indimenticabile: a seconda del periodo si respirano nell’aria aromi, odori che rimandano all’infanzia. Non c’è dubbio che questa sia una città per buongustai: vini, tartufi e… Nutella. Quale miglior meta per la serata?

A cavallo dell’omonimo fiume, Santo Stefano Belbo è un paese affascinante, che conserva numerose tracce del suo passato, come i ruderi dell’abbazia di San Gaudenzio, un tempo potente e rinomata, dove sostò papa Innocenzo IV nell’anno 1244. Santo Stefano Belbo è famoso non solo per aver dato i natali a Cesare Pavese, ma anche perché qui si trova il Relais San Maurizio , una vera a propria istituzione per gli appassionati di wellness. Un vecchio convento francescano del XVII secolo immerso tra i filari di vite è stato trasformato in un hotel di grande raffinatezza, con una SPA ospitata nelle antiche cantine, dove il vino la fa da padrone.

Acqui Terme ha un piacevole aspetto ottocentesco, con vie che invitano al passeggio e all’assaggio dei suoi vini rossi, il Dolcetto d’Acqui e il frizzante Brachetto d’Acqui, il vino italiano più venduto negli Stati Uniti. Centro termale rinomato già sotto i romani, che la chiamavano Aquae Statiellae, fu libero comune medievale fino a quando non arrivarono i marchesi del Monferrato, che nel Seicento ricostruirono le terme, ampliate in seguito dai Savoia, loro frequentatori abituali.
Infine, per chi proprio non volesse perdersi nulla di questo angolo di Piemonte, il consiglio è di raggiungere Ovada: una terrazza dove il torrente Orba trova lo Stura, una grande chiesa, un intrico di vie e carruggi con palazzi decorati a trompe-l’oeil in stile ligure. Ecco la magia di Ovada.

Lungo un percorso poco trafficato si arriva a Nizza Monferrato, città del vino, il cui nome si identifica più di altri con il Barbera di qualità. Una sosta che farà la gioia dei buongustai: qui si viene infatti per assaggiare il famoso cardo gobbo di Nizza, ingrediente insostituibile nel più tradizionale dei piatti piemontesi, la bagna caoda.

Per informazioni, visitare il sito Isnart Scpa e www.Discoveritalia.it

Foto di: mac_ki

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Viaggiare a dicembre: ecco 7 ottime scuse (3 Dicembre 2013)
SaltaSu Family, l’offerta Alitalia per far volare la famiglia: dettagli e condizioni (26 Novembre 2013)
Terme libere in Italia: 5 luoghi di relax gratis (12 Novembre 2013)
World Monuments Watch: nella lista dei siti in pericolo c’è anche l’Italia (10 Ottobre 2013)
Settimana del Baratto 2013: dal 18 al 24 novembre in tutta Italia (24 Settembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili