L’è maiala! a Firenze: il primo ristorante dove si paga con il baratto

firenze cucina

Sono tempi duri: viaggiare può diventare difficile e si rinuncia anche ad andare a cena in un ristorante, ma, si sa, le crisi sono anche momenti fecondi in cui si fanno strada nuove e interessanti idee. Ecco quindi il ristorante dove si può pagare con il baratto. Succede a Firenze e il posto si chiama “L’è maiala!”, tipica espressione fiorentina per dire “la situazione è grave”.

L’idea è venuta alla titolare, Donatella Faggioli, e il ristorante aprirà i battenti alla fine di settembre. Ambiente strettamente tradizionale da vecchia osteria, quaranta coperti in tutto in via Poliziano, un chilometro di distanza dalla Stazione Ferroviaria.

Il menù sarà un inno alla cucina tradizionale fiorentina, quella dei nonni, per intenderci, con porzioni abbondanti e prezzi popolari. Tuttavia, per chi non può o non vuole pagare in denaro, sono accettati altri tipi di ricompensa, primo fra tutti il baratto. “Combattiamo la crisi offrendo anche la possibilità di pagare in beni reali, anziché con i soldi”, ha dichiarato la titolare, “per venire incontro a chi, in tempi di ristrettezze non vuole comunque rinunciare a qualche cena fuori”.

La regola fondamentale è che se il cliente ha intenzione di pagare con il baratto, deve indicarlo già al momento della prenotazione specificando i beni che propone in cambio del pasto. A quel punto si inizierà una sorta di contrattazione al termine della quale sarà ben chiaro cosa il cliente potrà avere in tavola a fronte del baratto proposto. Proprio come ai vecchi tempi.

Si possono offrire in cambio sia prodotti della terra che manufatti, antiquariato e modernariato. Qualcosa che abbia a che fare con le tradizioni o la storia fiorentina, ma con una certa attenzione e gusto: ricordiamoci che si tratta di un’osteria e non di un rigattiere, insomma.

L’idea ci sembra geniale e perfettamente in linea con il momento. Non solo crisi, ma anche ricerca di un modo di vivere e consumare diverso, più attento alla qualità e consapevole. Non è un caso che negli ultimi anni siano fioriti mercati basati sullo scambio di beni, come gli swap party, o iniziative come la Settimana del Baratto che ogni anno coinvolge centinaia di b&b su tutto il territorio nazionale.

Da fine settembre anche l’osteria fiorentina entrerà a pieno titolo in questo, sempre più lungo elenco di nuove e sostenibili iniziative.

foto di The MacKay Way

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)

Commenti (0)

Feed RSS 2.0 dei commenti


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili