Machu Picchu: ecco la settima meraviglia del mondo moderno

machu picchu

Siamo giunti alla settima meraviglia del mondo moderno. Abbiamo visitato il Colosseo a Roma, il Taj Mahal in India, il Cristo Redentore a Rio, la Grande Muraglia cinese, le meravigliose rovine di Chichén Itzá in Messico, la città perduta di Petra in Giordania e oggi andiamo in Perù alla scoperta di Machu Picchu, città inca le cui origini risalgono addirittura al 760 a. C.

Machu Picchu si trova nel Perù meridionale nella valle dell’Urubamba a poca distanza da Cusco, la città più grande, attuale capitale della regione e antica capitale inca.

Trovandosi sulla catena montuosa delle Ande, la città è circondata di canyon spettacolari. Quello su cui si affaccia Machu Picchu è il Canyon dell’Urubamba, chiamato in antichità gola di Picchu.

La vista che si gode dalle rovine dell’antica città inca è mozzafiato: 400 metri di strapiombo sulla bellezza del paesaggio andino peruviano.

La città di Machu Picchu viene chiamata anche città perduta, ma in realtà era solo nascosta dalla vegetazione. Quando Hiram Bingham, storico statunitense, giunse a Machu Picchu nel 1911, trovò due famiglie di pastori che vivevano a ridosso delle rovine per sfruttare i campi terrazzati per le coltivazioni e utilizzavano l’antico condotto inca ancora funzionante che traeva l’acqua da una sorgente.

Quella fu la rinascita e la ricoperta della città di Machu Picchu che in epoca inca visse un periodo di grande splendore. Che fosse un avamposto militare, un centro religioso e culturale non è tuttora ben chiaro, di sicuro la città era una residenza imperiale e lo dimostra la grandezza delle sue architetture.

Raggiungerla non è esattamente semplice: il percorso più affascinante, da fare se avete tempo e volontà, è quello di seguire l’antica via incaica che dal fondo della gola risale fino alla cima del pendio. Ci vogliono tre giorni di cammino, ma l’esperienza è di quelle che non si dimenticano. A parte il sentiero inca non esistono strade dirette che portano a Machu Picchu e questa è stata anche una scelta per proteggere la zona dall’eccesso di turismo.

Ben 400 mila visitatori si recano ogni anno a visitarla e questo preoccupa non poco le autorità che temono per la salvaguardia del luogo. Per raggiungere il sentiero inca è necessario prendere la ferrovia al chilometro 82 della linea Cusco – Agua Calientes, da lì inizia il percorso a piedi. Esistono anche piccoli autobus che vi aiuteranno a coprire almeno una parte del percorso.

Ogni anno viene proposta la costruzione di una funivia, ma per fortuna sono progetti che naufragano sempre proprio per cercare di mantenere il più possibile intatto questo immenso patrimonio dell’umanità. Il mezzo però più comodo è il treno che si inerpica sui piccoli sentieri andini: tra biglietti del treno e ingresso si spendono circa 30 dollari.

Per pernottare il posto più vicino è Agua Calientes, una cittadina cresciuta per il turismo. Qui potete trovare da dormire anche per 5 dollari a notte, ma fare attenzione: è pieno di approfittatori e truffatori quindi prendete molte informazioni e tenete gli occhi aperti.

Il periodo migliore per visitare Machu Picchu è dopo marzo, una volta finita la stagione delle piogge che va da novembre a marzo, appunto. Evitate l’estate: le temperature sono molto elevate e ricordatevi che trovandovi a 3000 metri di altezza l’escursione termica è molto forte.
Per qualche informazione in più vi consigliamo il sito dedicato al turismo responsabile in Perù.

foto di [togr]

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili