Memphis. Sulle tracce di Elvis Presley e di Martin Luther King

Memphis, Tennessee. Solo a pronunciare il nome di questa città nel sud degli Stati Uniti vengono in mente immagini, parole e musiche di colui che ha incoronato il rock’n’roll come il genere musicale che si sarebbe imposto nel mondo a partire dagli anni ’50 in poi. Sto parlando di Elvis Presley. Su di lui, su Memphis e sulla mitica Graceland è stato detto tutto e anche di più. Eppure vale la pena fermarsi, sedersi un attimo e sognare.

Elvis Aaron Presley nacque nel 1935 a Tupelo, nel Mississipi. Quando Elvis era poco più che adolescente, lui e la sua famiglia si trasferirono a Memphis dove nel 1954 iniziò la sua strepitosa carriera musicale con la mitica Sun Records Label. Già nel 1956, Elvis “the Pelvis” era diventato una leggenda di fama internazionale. Non era più solamente l’icona americana della contestazione giovanile al sistema e ad un genere musicale compassato, quello per intenderci alla Frank Sinatra o alla Pat Boone. Era diventato il simbolo della ribellione giovanile in tutto il mondo occidentale.

In quegli anni esplose la frattura generazionale per cui gli adolescenti e i giovani si ribellarono alla forma mentis dei propri genitori, trovando nella musica e in particolare nel rock’n’roll – che in maniera inequivocabile alludeva all’atto sessuale – l’unica maniera per trovare la propria collocazione nella società. Memphis fu di riflesso il luogo da cui partì quello che sarebbe stato in futuro il motore della contestazione. Un luogo di forti passioni e sentimenti, in cui non c’era spazio per le sfumature, in cui tutto era o bianco o nero, in cui si poteva decidere di uccidere il portavoce storico di un’altra contestazione, quella per i diritti civili delle persone di colore. Qui infatti nel 1968 venne assassinato il reverendo Martin Luther King. La musica e i diritti civili a quanto pare sembrano andare storicamente di pari passo. Non può esserci l’una senza gli altri, probabilmente perché sia la musica sia i diritti civili sono parte integrante della libertà di donne e uomini. Libertà di essere esattamente come si è a prescindere dal colore o da qualsiasi tipo di orientamento.

Memphis, il cui nome è un evidente richiamo all’antica capitale egizia, è all’apparenza una tranquilla cittadina del sonnacchioso sud degli Stati Uniti. Eppure basta girare per le sue vie o visitare alcuni suoi luoghi per rendersi conto che non si è dimenticata del suo recente, difficile eppure importante passato di lotte politiche, portate avanti anche a suon di musica. Assolutamente da visitare è il Museo Nazionale dei Diritti Civili dedicato interamente a Martin Luther King con foto, documentari e registrazioni originali dei suoi storici discorsi. Allo stesso modo imperdibile è la visita alla Sun Records Label, da cui uscì naturalmente Elvis Presley, ma anche Jerry Lee Lewis, Johnny Cash, Roy Orbison e BB King e dove, dal 1987, sono venuti a registrare qui i loro album l’ex Beatles Ringo Starr, gli U2 e Sheryl Crow tra gli altri. Infine è doveroso un omaggio al re del rock’n’roll a Graceland, quella che è stata per vent’anni la casa di Elvis. Un po’ casa arredata in maniera davvero originale (ma lui era il Re e poteva permettersi anche il lusso di adottare uno stile un po’ estroso, che comprendesse perfino il kitch), un po’ museo. Essere a Memphis e non visitare Graceland è come non esserci venuti affatto!

Lara Elia


Museo Nazionale Diritti Civili

Elvis Presley. Sito Ufficiale
Viaggi e turismo USA

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Le 10 migliori città del 2014 secondo Lonely Planet (30 Ottobre 2013)
Il festival dell’aglio è dal 26 al 28 luglio in California (5 Luglio 2013)
Arriva il parco divertimenti dedicato ai Simpson, in Florida (19 Giugno 2013)
I migliori aeroporti del mondo nel 2012 secondo eDreams (6 Marzo 2013)
Viaggio in America on the road ma con solo i mezzi pubblici (22 Gennaio 2013)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '548' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '548' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili