Perù, tour gastronomici e culturali

PROMPERù GASTRONOMIA - foto e immagini

Guarda tutte le foto

La gastronomia peruviana è una vera e propria arte culinaria, un perfetto equilibrio di sapori internazionali. Per comprendere la ricca varietà di piatti prelibati e variopinti, Promperù propone una selezione di tour gastronomici nei migliori ristoranti del Perù, dove il turista potrà essere testimone oltre che protagonista nella preparazione dei piatti più rappresentativi del Paese.

I modi per conoscere un Paese sono molteplici, ma sicuramente quello più interessante e gratificante è farlo attraverso la gastronomia.

Questo punto di vista ben si combina con il Perù, per l’infinità di sapori, colori e aromi che questa terra serba. Ecco una serie di itinerari che permettono ai viaggiatori di scoprire i gusti e la bellezza del Perù.

Il tour gastronomico-archeologico è un itinerario di 8 giorni che, oltre a condurvi in alcuni dei luoghi più interessanti dal punto di vista archeologico e farvi scoprire la gastronomia peruviana, vi porterà ad essere protagonisti della cucina locale.

Una visita al colorato mercato di Surquillo di Lima famoso per la varietà di prodotti del Perù, un tour della città con sosta alle rovine e ai principali musei storici e, infine, una lezione di cucina, dove oltre a raccontarvi la storia e l’origine degli ingredienti, vi verrà insegnato come utilizzarli e sarete proprio voi gli artefici dei piatti.

Per gustare la gastronomia peruviana, sono previste soste ristoratrici in alcuni dei più rinomati ristoranti limeñi: la Cebicheria La Mar , dove potrete gustare il meglio della cucina peruviana a base di pesce; Astrid&Gastón, dove è possibile gustare i piatti preparati da Astrid Gutsche e Gastón Acurio, fra i più noti cuochi peruviani, tra cui consigliamo i ricci in tempura e i cannelloni al nero di seppia con granchio al profumo di Pisco; il Costanera 700, per una dimostrazione e una degustazione di cucina nikkei, sapori giapponesi sapientemente combinati a sapori peruviani dallo chef Humberto Sato, come i tiraditos (una specie di sashimi) o il sarago al sale; lo chef Cucho La Rosa , uno dei pionieri della cucina Novoandina e master chef del ceviche, vi darà dimostrazione di come si prepara questo tipico piatto, a base di pesce crudo marinato con succo di limone; e, infine, un menù della selva peruviana, creato dallo chef Pedro Miguel Schiaffino nel suo ristorante Malabar, che propone sapori tradizionali reinventati sapientemente che danno vita a piatti come lo stufato di gamberetti, la chonta (varietà di palma) o il capretto alla brace.

Si prosegue per la città coloniale di Cusco, dove si visita la Valle Urubamba , alcune comunità locali e importanti siti archeologici come la fortezza di Ollantaytambo e il Museo di Arte Precolombiana. Si potranno gustare antichi sapori e piatti della cucina Novoandina preparati con prodotti stagionali coltivati dalla Casa Hacienda Orihuela, con una splendida vista della valle, o un menù con piatti della fusione andina al ristorante Cicciolina, o ancora al Ristorante Bohemia, dove arte e gastronomia si incontrano in un solo luogo, per una versione personale della cucina internazionale moderna, tra cui il miglior codino di cervo.

Infine, la cittadella perduta di Machu Picchu: uno stupefacente complesso archeologico dove la tradizione culinaria andina si fonde con la cucina moderna, creando una fusione innovativa di sapori offerti dai ristoranti all’interno degli eccellenti hotel della zona.
Si ritorna a Lima, per partecipare al rituale in onore di Pachamama (Madre Terra) per ringraziare della fertilità della terra, dove viene preparato il Pachamanca, ovvero un caratteristico piatto a base di diversi tipi di carne, patate e mais tenero cotti sotto terra fra le pietre calde.
Il tour è di 8 giorni/7 notti: la quota è a partire da 2.100€ a persona in camera doppia, comprensiva di tutti i servizi a terra come da programma, esclusi trasferimenti internazionali, tasse e spese di tipo personale.

Per maggiori informazioni: www.atasteofperu.com

Si può anche optare per un itinerario più breve di 6 giorni: a Lima, oltre ad una visita storico-culturale della città, si potrà scoprire la cucina peruviana contemporanea al ristorante La Huaca, situato nei pressi di un tempio che risale a 2000 anni fa, oppure piatti a base di pesce fresco al ristorante AlFresco, preparati dallo chef Alfredo Arámburu, per una degustazione di cinque gustosissimi piatti.
Una volta raggiunta la cittadella perduta di Machu Picchu e ammirato questa meravigliosa magnificenza Inca, vi delizierete con i piatti preparati con prodotti coltivati in loco dai proprietari de La Casa Hacienda Orihuela nella vale dell’Urumbamba.

Di rientro a Lima, non può certo mancare un pranzo al ristorante Brujas de Cachiche, che vi introdurrà alla sofisticata cucina Moche e, per concludere, una cena al chifa Salón Capón, ristorante cinese-peruviano situato nell’antico quartiere cinese di Lima, dove assaggerete la cucina di entrambe le zone dell’Oceano Pacifico, in una fusione esotica di sapori e profumi.

Per maggiori informazioni: www.limatours.com.pe

Un’altra proposta è un viaggio di 8 giorni attraverso i sapori della cucina peruviana, con la possibilità di incontrare chef, conoscere origine e storia dei prodotti, gustare piatti tipici per sperimentare in profondità la gastronomia peruviana. Un itinerario che porta nel nord del Perù alla scoperta del ceviche, piatto emblematico della cucina peruviana.

Dopo un tour classico della capitale, si potrà provare la cucina di ristoranti gourmet o di piccoli angoli culinari, meglio conosciuti come huariques. Dalla fusione asiatico-peruviana nella creatività del rinomato Nobu, allo chef Wong per una dimostrazione di come si sfiletta il pesce per preparare il ceviche, all’elegante ristorante Osaka, dove va di scena l’arte della gastronomia giapponese, con sashimi e maki ma anche piatti della cucina fusion, per concludere con il ristorante La 73, nel quartiere boemo di Barranco.

Ci si dirige poi a nord, nella città di Mancora, situata lungo la costa.

Qui certo non mancherà l’occasione di gustare prelibato pesce fresco, oltre a seguire corsi di cucina a base di pesce, dai piatti più tradizionali a quelli più ricercati. Una cena al ristorante Sirena, dove lo chef Seminario ha saputo creare una fusione della tradizione esotica peruviana con la cucina giapponese ed europea, oltre ad offrire una selezione di vini e grappe, ma non si devono perdere le “banane flambé”. Sarà lo chef professionale Raul Gonzales che, in un’atmosfera familiare, vi guiderà nella preparazione di ricette peruviane: dagli antipasti caldi, al risotto a base di pesce, a piatti esclusivamente preparati con pesce fresco, ad antipasti freddi come la papa a la huacaína (pezzi di patata bollita con una crema di formaggio e peperoncino giallo). Imparerete così a cucinare piatti tipici della tradizione gastronomica peruviana e, una volta tornati a casa, potrete prepararli per amici e familiari.

Tour di 8 giorni/7 notti: quota a partire da 2.310 Euro a persona in camera doppia, comprensiva di tutti i servizi a terra e corsi di cucina come da programma, esclusi trasferimenti internazionali, tasse e spese di tipo personale.

Per maggiori informazioni: www.peruculinaryvacations.com

E non potete certo perdervi il Pisco: il vocabolo deriva dalla lingua quechua, “pisscu”, che significa uccello e, oltre ad essere il nome di una valle molto fertile posta nel sud del Perù, è anche il nome della popolazione che abitava la zona (Pisko, antica civiltà Paracas).

La principale zona di produzione del pisco è la regione di Ica, situata a 300 km a sud di Lima, ma viene prodotta anche ad Arequipa, Moquegua e Tacna, zone altrettanto adatte alla coltivazione di queste uve per condizioni climatiche e del suolo.

La tecnica di estrazione, raccolta dell’uva e il processo di fermentazione di questa bevanda viene tramandata da generazioni, mantenendo viva la tradizione: si lascia depositare il succo dell’uva nei vasi di fango per 14 giorni e quando il mosto comincia a fermentare, gli zuccheri dell’uva si trasformano in alcol. Il mosto viene trasferito in distillatori e, ad una temperatura elevata, avviene il processo di distillazione. Dopo un periodo di riposo di circa 4 mesi, la bevanda viene imbottigliata ed etichettata.

Per maggiori informazioni sul Perù visitare il sito: www.peru.info/italiano

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg
promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia promperù gastronomia



Articoli correlati

Viaggiare a dicembre: ecco 7 ottime scuse (3 Dicembre 2013)
SaltaSu Family, l’offerta Alitalia per far volare la famiglia: dettagli e condizioni (26 Novembre 2013)
Lonely Planet rischia di chiudere: è la fine della guida più famosa del mondo? (22 Luglio 2013)
Bergamo - Varsavia a 19.99 euro: Ryanair festeggia il primo anno del collegamento con la capitale polacca (17 Luglio 2013)
In crociera con Peppa Pig: l’offerta MSC dedicata ai più piccoli (4 Luglio 2013)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '1971' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '1971' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili