Ponte Calatrava, Venezia: polemiche a mille


Si sa che quando si parla di Venezia il putiferio delle polemiche è sempre in agguato: se per di più si discute (o si decide) di una nuova opera pubblica da costruire in un ambiente così delicato il volume del dibattito e delle proteste aumenta in maniera esponenziale.

In questo caso parliamo del più discusso dei provvedimenti presi dall’amministrazione cittadina negli ultimi dieci anni: la costruzione di un nuovo ponte sul Canal Grande affidata all’architetto spagnolo di fama mondiale Santiago Calatrava. A cosa si debbono le polemiche? Soprattutto ai costi (triplicati, dai quattro milioni previsti ai quasi dodici milioni finali), ai tempi di consegna (decisamente allungati quasi del doppio rispetto al progetto iniziale), all’invasività, alla difficile accessibilità per i disabili (è in progetto la costruzione di un ovovia che però comporterà altre spese e il fatto che un ponte realizzato nel 2008 in una città dove ci si sposta solo via terra non abbia tenuto conto fin da subito di questa fondamentale esigenza), al contenzioso aperto tra Comune, Cignoni e Lorenzon sulla realizzazione.

Per queste polemiche è saltata l’inaugurazione alla presenza del Presidente della Repubblica. Cosa forse sbagliata perché comunque il Ponte sarà un’opera della città di Venezia, un’opera oltre che da molti discussa, da molti ammirata per il suo profilo di integrazione con il paesaggio (la struttura è in vetro e pietra d’Istria), per la sua semplicità e perizia tecnica. In più da più parti si sottolinea come comunque rappresenti un tentativo di rendere più esteticamente accettabile la piazza da cui parte, Piazza Roma, che di certo non è il meglio di quello che si incontra a Venezia.

Sulla levitazione dei costi anche la magistratura ha aperto un’inchiesta, pare poi che il ponte abbia persino avuto un piccolo spostamento di un centimetro durante la fase di costruzione.
Sta di fatto che almeno una certezza l’abbiamo: l’amministrazione comunale ha recentemente deciso di chiamarlo Ponte della Costituzione, in onore ai sessant’anni della Carta che cadono proprio nell’anno di inaugurazione (si spera…) della struttura.

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

World Monuments Watch: nella lista dei siti in pericolo c’è anche l’Italia (10 Ottobre 2013)
Carnevale 2013 in Italia, date e appuntamenti da non perdere (4 Febbraio 2013)
Il Capodanno 2013 a Venezia è bianco! (18 Dicembre 2012)
Italo treno: nuovi collegamenti con Venezia e guerra delle tariffe con Trenitalia (20 Settembre 2012)
Festa del Redentore a Venezia il 14 e 15 luglio: fuochi d’artificio e regate (13 Luglio 2012)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '2033' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '2033' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili