Rio de Janeiro: carnevale vietato al carro sull’olocausto


E’ stata la polemica conduttrice di tutta la settimana precedente il carnevale. Può sfilare o è meglio lasciarlo nei capannoni? Parliamo di un carro “allegorico” davvero particolare per il clima festoso del carnevale di Rio de Janeiro. Un carro con un allestimento rappresentante l’olocausto. Corpi nudi ammassati uno sopra l’altro ed anche un personaggio che durante la sfilata avrebbe dovuto rappresentare Adolf Hitler.

Nelle intenzioni un carro di impatto sociale, per ricordare a tutti la tragedia dell’olocausto. Ma, insieme, sotto il “motivo” del “raccapriccio”, dovevano essere presentate immagini tratte dal film “L’ esorcista”, figure del kamasutra, donne seminude. Insomma un misto di provocazione “pedagogica” e scherzo tipico del carnevale ma su un soggetto sul quale forse è meglio non scherzare troppo…

Ovviamente la comunità ebraica brasiliana è insorta giudicando totalmente inopportuno accostare un tema così delicato ai didietro al vento delle ballerine di samba. La Federazione israelita dello Stato di Rio de Janeiro è stata la prima ad esprimere la propria disapprovazione, ad essa si sono poi accostate molte altre associazioni ebraiche nazionali ed estere. Il Centro Simon Wiesenthal di Buenos Aires ha descritto la proposta della scuola di samba con parole durissime: “Uno spettacolo abominevole per i sopravvissuti e per le famiglie”. E il quotidiano israeliano Maariv ha titolato con estrema secchezza: “Quest’anno per carnevale ballerine di samba accanto a un carro che ricorda la Shoah”.

E’ così intervenuta la magistratura a sbloccare la situazione impedendo al carro incriminato di sfilare. Il giudice Juliana Kalichszteim ha promesso una multa di 100 mila euro se il gruppo di samba Viradouro avesse partecipato con quel soggetto. “Il Carnevale non deve essere utilizzato come uno strumento per veicolare odio, razzismo o qualsiasi atto ridicolizzante e discriminatorio contro le minoranze”, queste le parole del magistrato. Per qualcuno un attacco alla libertà di espressione. Per altri un atto di legittimo rispetto nei confronti delle vittime e dei parenti. A voi la parola nei commenti.

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Cristo Redentore di Rio de Janeiro: una delle sette meraviglie del mondo moderno (22 Marzo 2013)
Carnevale di Rio 2011: date e programma (11 Febbraio 2011)
Vacanze 2011: le 10 migliori destinazioni secondo Lonely Planet (4 Novembre 2010)
Rio de Janeiro ospita le Olimpiadi 2016 (16 Ottobre 2009)
Carnevale di Rio 2009: sexy e fun (2 Dicembre 2008)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili