Spot svedese invita a non andare in Italia: è polemica

parco

Eravamo abituati a campagne pubblicitarie turistiche decisamente originali e provocatorie, basti pensare a quelle ormai celebri lanciate dalla Ryanair con l’immagine di Berlusconi che invitava a scappare dall’Italia servendosi, naturalmente dei voli della compagnia irlandese. Ma c’è chi si spinge oltre e qualche giorno fa la polemica si è sollevata in merito a una campagna pubblicitaria svedese con tanto di bambini in lacrime. Di cosa si tratta?

Un parco di divertimenti svedese alle porte di Goteborg, il Liseberg Amusement Park, ha lanciato una campagna pubblicitaria molto particolare. Immagini di bambini in lacrime e un messaggio che recita “Quest’estate alcuni bambini saranno costretti ad andare in Italia”. Che fare? Per non farli piangere portateli al Liseberg Park, è la soluzione.

Un messaggio promozionale offensivo non solo nei confronti del Bel Paese, ma anche di Spagna e Grecia, presenti in altri spot con lo stesso messaggio. Inutile dire quante polemiche si sono sollevate in seguito.

Levate di scudi da parte degli operatori del settore e un intervento del neo ministro del Turismo che denunciano non solo il contenuto offensivo e razzista della pubblicità, ma anche un chiaro danno a un comparto dell’economia nazionale che proprio in tempi di crisi appare fondamentale preservare e sostenere.

Sembra, tra l’altro, che il turismo svedese sia particolarmente attivo in Italia, con dati che parlano di circa mezzo milione di turisti l’anno e un incremento pari al 12% solo nell’anno scorso. Anche Spagna e Grecia hanno protestato contro una campagna pubblicitaria denigratoria di luoghi simbolo del turismo di questi paesi come Creta e Mallorca.

Dal canto loro l’agenzia svedese ha fortemente negato qualsiasi intento offensivo, affermando di esprimere semplicemente la volontà, presunta, dei bambini svedesi di restare vicino a casa e divertirsi in uno dei parchi più belli del nord Europa.

Come stanno le cose nessuno lo sa, ma la legge della pubblicità è sempre la stessa. Purché se ne parli…

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili