Terme di Milano: il benessere in città

Terme Milano

Siamo alle porte del weekend. E’ venerdì, ultimo giorno di lavoro per molti, prima del meritato riposo dopo una settimana intensa. Se cercate idee per trascorrere una giornata in modo piacevole, eccone una per chi abita a Milano e dintorni. Comoda, relax e a due passi da casa.

Andiamo alla terme? No, sono le terme che arrivano in città. E alloggiano all’interno delle cinquecentesche mura di Porta Romana. Le ho provate, e i 46 euro per l’ingresso giornaliero (senza limitazioni di tempo!) li valgono tutti.

Uno spazio su tre livelli e un percorso multisensoriale, con oltre trenta pratiche benessere che ruotano intorno ai quattro elementi: aria, acqua, fuoco e terra.
Le coccole iniziano dagli spogliatoi: spaziosi, con armadietti dotati di cassaforte, grandi specchi, phon, creme viso e corpo a disposizione e addirittura un pratico “asciuga-costume”.

Per cominciare dolcemente ci sono le stanze relax: ci si lascia cullare da tenui luci colorate, musica soft e dai profumi dell’aromaterapia.
Al piano superiore il Centro Massaggi, per chi oltre al percorso benessere sceglie di regalarsi dei trattamenti individuali: dall’antistress all’ayurveda, dai massaggi shiatsu al linfodrenaggio.

Al piano inferiore ci si immerge nell’acqua di vasche idromassaggio, cascate energizzanti, percorso Kneipp, pediluvi, vasca cromoterapica, bagno turco e altro ancora. Diversi tipi di sauna accompagnano il percorso. All’esterno, un giardino con vasche idrominerali, sdraio e amache per crogiolarsi al sole.

Per ricaricarsi in ogni momento c’è il salone con light buffet: frutta di stagione, yogurt, acqua, tisane e biscotti per chi non rinuncia ad essere goloso.

Le Terme di Milano sono aperte tutti i giorni dalle 10 alle 22; l’ingresso parte da 35 euro, con diversi prezzi a seconda della formula scelta. Comprende l’accesso al buffet, telo bagno, accappatoio, ciabatte e courtesy kit.

Un’esperienza bella per sé, da condividere in coppia o tra amiche. E un regalo originale da acquistare anche online. Tutto da provare.

Per curiosare tra i percorsi proposti e prenotare www.termemilano.it

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Giorno del Ringraziamento a Milano il 28 novembre (19 Novembre 2013)
Terme libere in Italia: 5 luoghi di relax gratis (12 Novembre 2013)
Le grandi mostre della prossima stagione: da Augusto a Warhol passando per Rodin, Basilico e Lennon (9 Settembre 2013)
Milano Food Week 2013: dal 17 al 25 maggio (17 Maggio 2013)
Pasqua e Pasquetta 2013, idee per i bambini (29 Marzo 2013)

Commenti (1)

Feed RSS 2.0 dei commenti

  1. Gran bella struttura, ma PESSIMA organizzazione!
    Ecco la mia avventura: al mio compleanno il mio compagno mi ha regalato un ingresso e un massaggio da 75′. Contenta mi organizzo per usufruirne. Visito il sito in lungo e in largo e mi decido a prenotare. Provo ininterrottamente a chiamare il numero indicato sia sul sito che sul tagliando, per ottenere così anche alcune informazioni aggiuntive, ma invano. L’unico numero disponibile risulta perennemente occupato. Ripiego quindi sull’email della reception, ben evidenziata, specificando i miei dati, telefono e avvisando con un anticipo di 5 giorni lavorativi che mi sarei recata alle terme il giorno x e volendo usufruire del massaggio y. Nulla ricevendo, per scrupolo provo a contattare nuovamente la struttura. Mi armo di infinita pazienza e per tutto il giorno ricomincio il calvario, inutilmente. Alla fine, per disperazione, inoltro la prima email ribadendo la mia prenotazione per ingresso e massaggio, facendo nuovamente presente l’impossibilità di mettersi in contatto con il numero indicato, certa che avrebbero preso nota della prenotazione. Alla data prevista, mi presento alla reception in compagnia del mio compagno. Premetto che arrivavo da fuori Milano e che si trattava di un giorno infrasettimanale, per il quale avevamo chiesto perfino un giorno di ferie per evitare la folla del week end. Ebbene, nell’attesa del mio turno, noto che la fila all’ingresso è già notevole e continua ad alimentarsi. Alla reception sono in tre ragazze, le quali si dividono tranquillamente fra mansioni di reception, emissione ticket e tagliandi regalo, informazioni sui numerosi servizi, costumer service. Inoltre, coloro che hanno appena acquistato il biglietto, si aggiungono ad un’altra fila appena più in là, di fronte ad un gabbiotto in attesa di ritirirare ciabattine e accappatoio. Una delle stesse ragazze della reception, si occupa anche di quello…. Nessuna risponde al telefono, tant’è che risultava silenziato, come poi dalle stesse confermato. Finalmente tocca a noi e alla mia richiesta, una delle signorine mi comunica che per quel giorno non c’è più disponibilità per qualsiasi tipo di massaggio. Immaginatevi il mio stupore, seguito da arrabbiatura! Nonostante le mie spiegazioni, continuano a ripetere che le prenotazioni si ricevono SOLO al telefono, ma mi confessano che non riescono a rispondere alle telefonate perchè sono in poche e troppo impegnate. Peccato che di questo piccolo ed insignificante dettaglio il cliente delle prenotazioni obbligatoriamente telefoniche, il cliente non sia informato e che sul sito non abbiano speso una riga per avvisare il pubblico. Per farla breve, alla proposta di ritornare un altro giorno, io mi sento letteralmente presa in giro. A quel punto, chiedo e dopo una lunga attesa, a fatica ottengo il rimborso di tutto il pacchetto regalo. Così, ce ne andiamo, con la coda tra le gambe. Giornata di ferie persa e tanta delusione.
    Morale: ho visitato parecchie terme, soprattutto private, in Italia e all’estero, ma una simile disorganizzazione e tale scarsità di personale chiave, per una struttura che si dipinge come il riferimento milanese del benessere, mi è del tutto sconosciuta e mi lasciano ben poco sperare nei restanti servizi offerti, peraltro non certamente economici! Questi evidenti disservizio e superficialità lasciano perplessi soprattutto se riscontrati in una città evoluta come Milano, che si fregia di essere al top delle prestazioni e dove le prenotazioni via email sono da anni un’abitudine ormai acquisita perfettamente, anche da strutture modeste di qualsiasi settore. Quindi, tanti auguri a quei temerari masochisti che volessero cimentarsi nell’avventura della serie “cornetta muta” o del “riprova, sarai più fortunato”. L’assurda alternativa è, nel 2010, recarsi in Via Medaglie d’Oro e prenotarsi personalmente.


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Benessere

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili