Terremoto in Giappone: alcuni consigli per i viaggiatori

terremoto giappone

La situazione in Giappone dopo il terremoto e il conseguente tsunami che hanno devastato la parte nord est del paese, è ancora drammatica. L’allarme nucleare tiene alta l’attenzione e numerose scosse di assestamento squassano ancora il paese. Vediamo qualche consiglio per chi si trova in Giappone e vuole tornare o per chi sta partendo in questi giorni.

Naturalmente il sito della Farnesina, viaggiaresicuri, sconsiglia qualsiasi viaggio per il Giappone se non strettamente necessario o urgente. L’Agenzia Metereologica giapponese ha revocato l’allarme tsunami, ma sono previste ancora scosse di terremoto di forte intensità nelle prossime ore.

L’aeroporto di Tokyo è in funzione e ieri 13 marzo il volo Alitalia ha riportato a casa i connazionali che si trovavano in Giappone. Sono ripresi regolarmente anche i voli dall’Italia: il volo Roma –Tokyo del 12 marzo è decollato regolarmente e così quello in partenza da Milano Malpensa. Regolari anche i collegamenti con Osaka. Alitalia informa i passeggeri in possesso di una prenotazione per il Giappone che fino al 31 marzo è possibile cambiare prenotazione o destinazione senza il pagamento di nessuna penale.

Resta invece chiuso l’aeroporto di Sendai che, trovandosi vicino all’epicentro del sisma, è stato inondato dallo tsunami. La gravità dei danni è tale che non si ha idea al momento di quando potrà essere ripristinato lo scalo. Molte linee di treni ad alta velocità dirette verso le zone del disastro sono state sospese e così anche molte autostrade dirette verso le zone maggiormente colpite dal sisma.

Per chi si trova in Giappone adesso o deve andarci si raccomanda di informarsi costantemente sulle previsioni meteorologiche diramate dai media nazionali e di attenersi scrupolosamente alle norme anti terremoto praticate. Trattandosi di un paese dalla forte attività sismica, alberghi e strutture sono preparati per fronteggiare eventi di questo tipo con adeguate segnalazioni delle misure da adottare in caso di terremoto. Si consiglia di evitare le zone del disastro nel nord est del paese: i distretti di Miyagi e Iwate nel nord del paese a pochi chilometri da Tokyo sono distrutti e devastati dalla furia sismica.

L’Ambasciata Italiana a Tokyo è raggiungibile 24 ore su 24 ai numeri + 81 3 3453 5274 e +81 3 3453 5142 e all’indirizzo mail consular.tokyo@esteri.it.
Il Consolato Generale ad Osaka è raggiungibile ai tel. +81 9033501561 - 0081647065820 e all’indirizzo segreteria.osaka@esteri.it

Per chi è in partenza si raccomanda di segnalare la propria destinazione e itinerario sul sito dovesiamonelmondo.it, questo perché, in caso di necessità, l’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri può stimare il numero di connazionali sul territorio, individuarne l’identità e pianificare al meglio le operazioni di soccorso e rientro.

foto di Roberto Maxwell

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Tokyo Baby Cafè: un bar dedicato ai più piccoli (25 Novembre 2013)
Istanbul: inaugurato il nuovo tunnel del Bosforo (31 Ottobre 2013)
A Dubai si inaugura l’aeroporto più grande del mondo (29 Ottobre 2013)
Visita a Pompei ed Ercolano: da oggi i biglietti si possono acquistare on line (18 Ottobre 2013)
Settimana del Baratto 2013: dal 18 al 24 novembre in tutta Italia (24 Settembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili