Traghetti Sardegna: l’Antitrust indaga sui rincari

moby

Rincari eccessivi che toccano punte tra il 90 e il 110% per i collegamenti marittimi con la Sardegna. Ne avevamo già parlato, ma la notizia è che l’antitrust ha avviato un’indagine formale volta ad accertarsi le motivazioni di un aumento così esagerato delle tariffe. Moby, Snav, Grandi Navi Veloci e Sardinia Ferries sono nel mirino del Garante della Concorrenza che intende verificare se le compagnie di navigazione si siano accordate per variare al rialzo i prezzi.

Una situazione particolarmente grave non solo per la stagione turistica che appare fortemente compromessa, ma per gli stessi residenti sardi che si sono visti aumentare le tariffe in maniera esponenziale arrivando a spendere quasi il doppio in più rispetto all’anno scorso.

Oggi un passaggio ponte con auto al seguito può arrivare a costare oltre 200 euro: circa la metà in più rispetto alle tariffe dell’anno precedente. L’indagine dell’Antitrust parte con molti mesi di ritardo dopo le numerose segnalazioni ricevute da privati cittadini, associazioni dei consumatori e dalle Regioni Sardegna e Liguria, preoccupate per l’imminente stagione turistica 2011.

Il sospetto è che le compagnie di navigazione abbiamo concordato il significativo aumento delle tariffe per evitare la concorrenza nel trasporto via mare su queste rotte.
L’amministratore delegato di Moby, Luigi Parente, nega qualsiasi ipotesi di cartello sostenendo che le tariffe sono aumentate perché sono aumentati i costi in particolare quello del carburante.

Dal canto suo, il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci afferma “Laddove si dovessero riscontrare anomalie rispetto alle regole del libero mercato, la Sardegna avanzerà una richiesta di risarcimento nei confronti delle compagnie colpite eventualmente dalle sanzioni”.

Provvedimento riteniamo più che giusto visto l’enorme danno causato da questi incomprensibili aumenti. Gli operatori del settore denunciano un significativo abbassamento delle prenotazioni e le case in affitto per l’estate sono ancora in gran parte sfitte. Una situazione gravissima che rischia di compromettere la stagione turistica ormai alle porte.

foto di Roby Ferrari

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '3805' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '3805' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili