Turismo sostenibile: viaggio a piedi sulle vie dell’argento in Sardegna

monte sette fratelli

Esistono diversi modi di viaggiare e di intendere il viaggio. Uno di questi è il turismo sostenibile o ecoturismo che, soprattutto negli ultimi anni, sta riscuotendo un successo crescente. Complice una sempre maggiore fetta di persone interessate a stili di vita più in armonia con l’ambiente, capaci di garantire non solo il rispetto per la natura in tutte le sue sfaccettature, ma anche dei popoli e delle tradizioni dei paesi ospitanti. Si può fare turismo sostenibile in diversi modi. Viaggiare a piedi è forse la formula che più si presta a una definizione di eco turismo o turismo responsabile.

La cooperativa Walden organizza ormai da anni viaggi a piedi proponendo itinerari suggestivi in Italia e all’estero. Pensate a una settimana a piedi con lo zaino in spalla, immersi nella natura e a contatto con tradizioni, usi, costumi dei popoli che si incontrano lungo il percorso.

Camminare regala uno stile di viaggio diverso, un modo per entrare in contatto con i luoghi che si attraversano, creando un rapporto più intimo e personale. E’ anche un modo per riscoprire se stessi, il proprio lato più libero e selvatico. I tempi lunghi imposti dal camminare danno la possibilità di un viaggio più lento, in cui l’ambiente ci attraversa seguendo il ritmo del respiro e dei passi. Viaggiare a piedi migliora la qualità di vita dei viaggiatori e dei popoli nei quali si viaggia, rispettandone le risorse naturali e le tradizioni locali.

Tra i viaggi proposti dalla cooperativa Walden, oggi vi parliamo di un interessante itinerario pensato per i giorni di Pasqua: la via dell’argento nel sud est della Sardegna. Un viaggio storico, culturale, naturalistico ed enogastronomico alla scoperta di un territorio ancora lontano dalle rotte turistiche più battute e frequentate, in uno dei periodi più belli dell’anno per viaggiare in Sardegna.

Dal 21 al 26 aprile, sei giorni e 60 chilometri di cammino tra le cime dei Monti dei Sette Fratelli, le mulattiere dei minatori lungo il vecchio giacimento d’argento e poi le antiche carceri di Castiadas. Si cammina tra boschi di lecci, rocce granitiche, vento, cascate di acqua cristallina, si dorme in rifugio, agriturismo ed è programmata una notte in tenda. L’itinerario prevede dalle 5 alle 7 ore di cammino e si può contare sulla presenza di una guida esperta e qualificata.

Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 051. 6264172 o scrivere all’indirizzo info@wadenviaggiapiedi.it.

foto di Mat. Tauriello

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili