Umbria Jazz 2011: a Perugia dall’8 al 17 luglio

uj

Estate tempo di mare, vacanze, viaggi e festival jazz che ormai prolificano per tutta la penisola. Uno dei più importanti è cominciato proprio venerdì 8 luglio e andrà avanti fino al 17. Parliamo di Umbria Jazz che dalla bellezza di 38 anni porta a Perugia e dintorni il meglio dei musicisti jazz e non solo della scena italiana e internazionale.

Era il 1973 quando nella maestosa cornice di Piazza IV Novembre a Perugia fecero il loro esordio italiano niente meno che i Weather Report. Da allora il capoluogo umbro ha visto passare tra i suoi vicoli medievali, nelle piazze e i giardini pubblici, nei bellissimi teatri tutto il gotha della musica mondiale. Charles Mingus, Gil Evans, Chet Baker, Sarah Voughan, James Brown, Dee Dee Bridgewater e moltissimi altri, tra cui non possiamo non citare Keith Jarret, un vero habitué della manifestazione umbra.

Anche quest’anno il programma di Umbria Jazz è particolarmente goloso e si divide tra concerti a pagamento ospitati nei teatri o nelle arene comunali e concerti gratuiti che nell’arco della giornata attraversano la città con le band itineranti o scatenano le folle nei giardini pubblici e nelle piazze.

Tra i concerti gratuiti ricordiamo la street parade dei Funk Off, scalmanato e divertente ensemble funkeggiante e poi Rockin’ Dopsie and the Zydeco Twisters, un vero classico di Umbria Jazz, e l’East Park Reggae Collective di Londra. C’è naturalmente posto per il meglio del jazz italiano con Gabriele Mirabassi, Renato Sellani, Antonello Salis, Paolo Angeli, Gavino Murgia.

Ma è all’Arena di Santa Giuliana che saranno ospitati i concerti più attesi della manifestazione: Santana, domani 12 luglio; Liza Minnelli il 13; Gilberto Gil e la brasilian night il 14; Prince il 15 e l’immenso B.B. King il 16.
Biglietti e informazioni si trovano sul sito ufficiale di Umbria Jazz.

Il bello di questo storico festival non sono solo i concerti. A Perugia durante la manifestazione si respira aria di festa. Per le strade s’incontrano piccoli gruppi di musicisti che improvvisano jam session spesso davvero divertenti e le strade sono affollate di gente che passeggia con una birra in mano. Le notti si fanno lunghissime e finiscono ai giardini San Francesco, in fondo a Via dei Priori nel centro storico, tra suonatori improvvisati, chitarre, sassofoni e trombe.

Se non vi va di spendere soldi per i concerti o se i biglietti sono già andati a ruba come spesso accade, Umbria Jazz offre comunque la possibilità di godere di buona musica trascorrendo qualche giorno in una delle regioni più belle d’Italia.

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Italia
    Napoli
    Roma
    Genova
    Milano
    Torino
    Salento
    Palermo
  Toscana
    Elba
    Firenze
    Perugia
  Veneto
    Venezia
    Verona

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili