Ungheria: i parchi avventura

PARCHI AVVENTURA UNGHERIA - foto e immagini

Guarda tutte le foto

I parchi avventura dell’Ungheria sono luoghi di svago e vacanza sempre più frequentati: si tratta di percorsi in sospensione, installati abitualmente a oltre 3 metri di altezza da terra, integrati perlopiù in aree boschive dove vengono installati cavi, piattaforme aeree in legno e strutture in corda per effettuare in sicurezza questi percorsi.

Equilibrio, capacità di concentrazione e minima abilità fisica sono elementi indispensabili per poterli praticare e tutti i percorsi aerei si possono effettuare solo se dotati di equipaggiamento di sicurezza (imbragatura, longe con dissipatore, caschetto e guanti). Ogni parco avventura, a seconda della sua particolare fisionomia e struttura tecnica, presenta livelli di difficoltà differenziati, partendo da percorsi facili anche per bimbi dai 4 anni in su, fino a salire di grado in percorsi più difficili, sempre comunque indicati e ripartiti per tipologia di utente (bambini dai 4 anni fino ai 110 cm di statura, assistiti da un genitore; bambini fino a 140 cm di statura; ragazzi e adulti oltre i 140 cm di altezza) e per livello difficoltà («verde», facile adatto a tutti; «blu», medio con passaggi impegnativi; «rosso», impegnativo; «nero», molto impegnativo). Il grado di difficoltà è dato dalla tipologia del percorso e dalla sua lunghezza: si va dal più semplice cavo singolo a teleferiche lunghe anche un centinaio di metri, fino all’impegnativo percorso su corde sospese.
All’inizio del percorso un istruttore mostra l’itinerario, il suo svolgimento e le manovre di sicurezza, per consentire a tutti i partecipanti di effettuarlo in modo indipendente. In ogni caso gli istruttori sono sempre pronti a intervenire e garantire la sicurezza, prestando assistenza in caso di necessità.
Anche a Budapest e nei dintorni si trovano bei parchi avventura. Uno dei più importanti è ubicato presso la fermata della ferrovia dei Bambini Csilleberc (sito). A due passi dalla capitale, poi, gli amanti delle emozioni forti troveranno pane per i loro denti al parco Canopy: qui, destreggiandosi su una pista di fune in sospensione, si può ammirare dall’alto il meraviglioso panorama dei monti di Visegrad (sito).
Vicino a Pecs, nel parco Mecsextrem si trova, oltre ai percorsi tradizionali, un itinerario ideato e presentato da non vedenti per vedenti (sito), mentre vicino al Balaton, nel parco Serpa kalandpark si può provare il tiro con l’arco, assistiti da personale specializzato (sito). Infine, nel parco Kalanderdo, nell’Ungheria settentrionale, è stato ideato un percorso per i più piccoli (da 3 a 6 anni) dove i bambini possono iniziare la preparazione per i percorsi più impegnativi, ad un’altezza che non supera i 70 cm dalla terra, accompagnati dai genitori.

I parchi d’avventura vengono spesso utilizzati dalle aziende ma anche dalla scuole per team building. Esistono infatti dei percorsi focalizzati sulla conoscenza e sul potenziamento dello spirito di squadra, il cui programma di base prevede gioco e divertimento, totalmente immersi nella natura, implicando però una vasta gamma di importanti aspetti che caratterizzano il lavoro di squadra, come la comunicazione, la leadership, la soluzione di problemi sotto pressione ecc. Caratteristica non indifferente di questa attività è il suo basso impatto ambientale: nessun mezzo motorizzato, nessun rumore, nessuna emissione di gas sono consentiti; anche per questo, un parco avventura ha sempre una ricaduta positiva e qualificante su aree boschive abbandonate.
Nei centri dell’Ungheria sopra citati è possibile prenotare escursioni guidate, lezioni di arrampicata sportiva, come pure noleggiare mountain bike e programmare eventi personalizzati.

Per maggiori informazioni visitare il sito dell’Ufficio Turistico Ungherese

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg
parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria parchi avventura ungheria



Articoli correlati

SaltaSu Family, l’offerta Alitalia per far volare la famiglia: dettagli e condizioni (26 Novembre 2013)
Lonely Planet rischia di chiudere: è la fine della guida più famosa del mondo? (22 Luglio 2013)
Bergamo - Varsavia a 19.99 euro: Ryanair festeggia il primo anno del collegamento con la capitale polacca (17 Luglio 2013)
Etna e Ville Medicee entrano nella lista dei Patrimoni Umanità UNESCO (24 Giugno 2013)
Bandiere Blu 2013: le migliori spiagge italiane con sempre in testa la Liguria (15 Maggio 2013)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '1987' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '1987' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili