Vacanze a Budapest per tutta la famiglia

BUDAPEST 1 - foto e immagini

Guarda tutte le foto

Budapest, città di grande fascino sempre e per tutti, ha uno speciale riguardo anche per i suoi «piccoli turisti», cioè i bambini che, in vacanza con le loro famiglie nella capitale ungherese, vi trovano numerose occasioni di divertimento e svago. Un ricco e diversificato itinerario di visita a Budapest, costruito su misura delle attese dei più piccoli, è quello che vogliamo proporvi qui, segnalandovi siti e attrazioni capaci di entusiasmare piccoli e grandi, facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici.

Il Parco delle Ferrovie “Fusti“, inaugurato nell’estate 2000 e unico nel suo genere in Europa, è un’esperienza indimenticabile per i bambini, dal momento che non si tratta solo di un museo statico: i piccoli visitatori, infatti, opportunamente accompagnati, possono addirittura provare a guidare le locomotive e per loro è previsto anche il rilascio dell’attestato di “macchinista onorario”. Il parco è stato realizzato su un’area dove nel 1911 sorsero i cosiddetti locali di riscaldamento delle Ferrovie Ungheresi; qui venivano infatti riscaldate le caldaie delle locomotive prima della partenza, e gli ambienti erano talmente grandi che potevano ospitare più di 200 locomotive contemporaneamente.
Alla fine degli anni ‘90, proprio in questo spazio si pensò di costruire un parco/museo dove esporre queste straordinarie e antiche locomotive, di cui ancor oggi si possono ammirare oltre 100 esemplari, perfettamente ristrutturati e funzionanti. Il parco tematico narra la storia del treno in Ungheria, sotto vari aspetti: oltre a locomotive e carrozze, sono esposti anche attrezzi e oggetti legati al mondo ferroviario. Per raggiungere il parco ci si può servire anche di una navetta dalla stazione Nyugati (www.mavnosztalgia.hu).

Un’altra attrattiva davvero interessante è lo zoo: in mezzo ad alberi secolari si nasconde un tesoro unico della capitale, un mondo tutto da scoprire. Lo zoo di Budapest è uno dei più antichi del mondo (venne inaugurato nel 1866) e accoglie ogni anno un milione di visitatori, tra bambini e adulti. I suoi caratteristici edifici in stile liberty, riccamente ornati, sono stati costruiti tra il 1909 e il 1912; tra i più riusciti, la coloratissima Casa degli Elefanti. In questa stupenda cornice architettonica, unica nel suo genere, un’area di 11 ettari (con ben 69 edifici) ospita e dà modo di ammirare da vicino animali indigeni ed esotici. Ad esempio, per la gioia dei più piccoli, sono stati realizzati una sorta di „asili” degli animali dove è possibile accarezzare i cuccioli di alcune specie, prenderli in braccio, giocarci, dar loro da mangiare. E se dopo la visita si ha ancora voglia di giocare, ecco a disposizione una speciale ludoteca di 600 mq, realizzata rigorosamente con materiali naturali, dove un laghetto artificiale, un albero gigante da scalare e tante altre attrazioni fanno trascorrere ore liete a piccoli e meno piccoli (www.zoobudapest.com).

Situato nel Parco civico, proprio accanto allo zoo, sorge il Lunapark: dispone di molti giochi, appassionanti e coinvolgenti, per bambini e ragazzi, che qui hanno modo di mettere alla prova la loro bravura e coraggio (www.vidampark.hu). La struttura è fissa, aperta tutto l’anno, e vi si possono ammirare tante curiose attrazioni risalenti agli inizi del Novecento, come ad esempio le montagne russe di legno e il trenino degli orrori. Il padiglione del Carosello, premiato con il premio Europa Nostra nel 1997, risale al 1906: la sua stessa struttura, in legno e stile neorococò, è una vera rarità, con cavalli a dondolo e carrozze su un podio rotante.

A due passi da qui si trova anche il Gran Circo di Budapest: oltre a esibizioni di artisti ungheresi, mette in programma spettacoli di acrobati internazionali e di animali ammaestrati (www.maciva.hu).

Il Museo dei Trasporti è un’altra delle attrattive del Parco civico. Fondato nel 1896, il museo espone una ricca collezione di modelli ferroviari (molti dei quali di fine Ottocento), nautici e aeronautici, nonché di auto, moto e biciclette d’epoca. In totale vi sono conservati circa 17.000 oggetti da esposizione, mentre l’archivio custodisce ben 190.000 pezzi, oltre ai 110.000 documenti della biblioteca e alla ricca raccolta di negativi fotografici. Tra le mostre permanenti del Museo, di particolare rilievo è quella che riguarda le automobili: tra i vari modelli in esposizione, il più antico è un autoveicolo Peugeot delle Poste, fabbricato nel 1898. Fanno parte della raccolta anche vari pezzi collocati all’aperto o in altra sede, come ad esempio il battello-museo Kossuth, dove si possono ripercorrere episodi di rilievo della storia della navigazione ungherese. Vicino al Museo dei Trasporti, nel Petofi Csarnok di Budapest, si trova poi la mostra stabile di aeronautica e cosmonautica. A Szentendre (20 km a nord di Budapest), infine, sono stati raccolti in un piccolo museo vari reperti riguardanti il trasporto locale, mentre a Parad, località dell’Ungheria settentrionale, il locale Museo dei carri attira numerosi visitatori. Indirizzo: Varosligeti korut 11 M1 fermata Hosok tere.

Infine le Terme Széchenyi, immerse nel Parco Civico di Budapest, sono tra le più grandi d’Europa, vero spasso fatto di frescura, gioco, relax. E se per le famiglie italiane la parola «vacanze» significa spesso mare, l’Ungheria, che come si sa non ha il mare, saprà però assicurare a piccoli e grandi, con il suo straordinario patrimonio di acque termali, di piscine immerse nel verde e di modernissimi acquapark, un altrettanto grande divertimento e relax (www.spasbudapest.com).

Per maggiori informazioni consultare: www.turismoungherese.it

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg
budapest 1 budapest 1 budapest 1 budapest 1 budapest 1



Articoli correlati

SaltaSu Family, l’offerta Alitalia per far volare la famiglia: dettagli e condizioni (26 Novembre 2013)
Lonely Planet rischia di chiudere: è la fine della guida più famosa del mondo? (22 Luglio 2013)
Bergamo - Varsavia a 19.99 euro: Ryanair festeggia il primo anno del collegamento con la capitale polacca (17 Luglio 2013)
Etna e Ville Medicee entrano nella lista dei Patrimoni Umanità UNESCO (24 Giugno 2013)
Bandiere Blu 2013: le migliori spiagge italiane con sempre in testa la Liguria (15 Maggio 2013)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '1917' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '1917' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili