Viaggio in Giamaica tra reggae, spiagge bellissime e tour in bicicletta

giamaica

La Giamaica è probabilmente una delle destinazioni caraibiche più ricche di fascino e suggestione. La musica reggae, i dreadlocks, la cultura rastafari sono elementi che l’hanno resa famosa nel mondo, e una delle destinazioni più desiderate dal turismo internazionale.

Tra spiagge meravigliose, cibo gustoso, cultura e musica, l’isola caraibica promette un soggiorno indimenticabile.
Quest’anno le spiagge giamaicane hanno ricevuto il prestigioso Blu Flag Certification, il corrispettivo delle nostre bandiere blu, un importante riconoscimento per le migliori spiagge e località balneari che ne sottolinea la qualità dell’acqua e dei servizi offerti.

Negril, Montego Bay, Ocho Rios Bay beach, Long Bay beach sono alcune spiagge da non dimenticare, ma se potete lasciate i percorsi più battuti andate alla scoperta delle piccole insenature poco frequentate: questo è il vero paradiso caraibico. Qui, come dice qualcuno, il vero lusso è la natura rigogliosa che vi circonda, l’acqua cristallina e trasparente, i fondali da esplorare con lunghe escursioni di snorkeling.

Se amate i luoghi frequentati dal jet set, dovete sapere che la costa orientale giamaicana, nei pressi di Port Antonio, è da sempre apprezzata da molte star hollywoodiane. Questa parte di costa ha fatto da set per famosi film come l’indimenticabile “Laguna Blu”.

L’isola giamaicana non è grandissima e questo permette di visitarla in lungo e in largo con facilità. Per chi preferisce viaggi più avventurosi e un contatto con la natura più stretto, c’è il Jamaica Reggae Ride, un tour in bicicletta che dura dai 3 ai 5 giorni in giro per l’isola. Il percorso attraversa i variegati paesaggi giamaicani: dalle montagne alle valli passando per le foreste pluviali, fiumi e cascate, fino alle spiagge che lambiscono il mare dei caraibi.

Il tour è organizzato dalla Active Holidays Caribbean, specializzato in viaggi avventurosi.
Si parte da Montego Bay per arrivare a Port Antonio e, tra costa e interno dell’isola, sono previste soste nei mercati locali, in una scuola e nei villaggi dei pescatori. Il contatto con la popolazione locale, particolarmente accogliente, permette di avvicinarsi a una dimensione di viaggio diverso dai soliti soggiorni in resort super accessoriati.

Un modo nuovo e divertente per scoprire il fascino più intimo e profondo di un’isola speciale.

fonte Tutto Gratis Viaggi
foto di jikamajoja

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT COUNT(*) FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '3417' AND comment_approved = '1'

WordPress database error: [Table './tecnocino/vg_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT * FROM vg_comments WHERE comment_post_ID = '3417' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date ASC LIMIT 0, 50


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili