Viaggio in Myanmar: navigando lungo il fiume Irrawaddy

Myanmar, Bagan

Oltre 60 etnie e 270 fra lingue e dialetti. E’ la mappa demografica di un paese del lontano Oriente, dove è custodita una cultura antica e il ricco patrimonio fatto di templi, natura e storia si svela delicato allo sguardo del viaggiatore.

Cullati dal dondolio delle acque del fiume Irrawaddy e del Lago Inle, il viaggio si snoda insolito attraverso il Myanmar, dove la popolazione rivendica autonomia e indipendenza in un paese ricco di persone sorprendentemente cordiali e luoghi incantevoli. Giungle vergini, montagne ricoperte di neve, spiagge ancora poco esplorate e una gloriosa eredità che vanta più di duemila anni di storia. Templi, pagode, monasteri, affreschi e statue sono sopravissuti all’aggressività del tempo e alle razzie degli uomini, diventando in parte patrimonio dell’umanità protetto dall’Unesco.

Il viaggio comincia dalla capitale Yangon con una visita alla Shwedagon Pagoda, la piramide dorata simbolo del paese. Si vola a Bagan per visitare i siti archeologici della località più affascinante del Myanmar e patrimonio dell’Unesco. Emozionante una visita alla visita della valle dei templi in calesse, al calar del sole, per una veduta dall’alto sulle pagode illuminate dalla luce del tramonto. Proprio a Bagan ha inizio la navigazione per Mandalay lungo il fiume Irrawaddy, sulle cui rive si affacciano i villaggi rurali che vivono di pesca e di agricoltura ed il bellissimo panorama circostante. La sosta a Yandabo permette di scoprire questo villaggio specializzato nella lavorazione della terracotta e dove nel febbraio 1826 fu firmato il primo trattato di pace anglo-birmano.
Il giorno seguente si sbarca per visitare l’area di Mandalay e si prosegue il viaggio in volo verso Heho, per raggiungere il Lago Inle. Inizia una seconda navigazione estremamente pittoresca, con i pescatori che remano con una gamba secondo il sistema locale, i famosi orti e i giardini galleggianti. Si arriva così a Indein, sito archeologico con numerosi stupa in pietra, i “monumenti spirituali” buddhisti, prima di far ritorno a Yangon, imbarcarsi per Bangkok e da lì rientrare in Italia.

Il Golden Cruise Tour, con voli da/per l’Italia, ha quote da 2.190 euro dal 10 gennaio al 30 aprile 2010 (con La Fabbrica dei Sogni).

Foto di ZedZap(Nick)

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

Viaggiare a dicembre: ecco 7 ottime scuse (3 Dicembre 2013)
World Monuments Watch: nella lista dei siti in pericolo c’è anche l’Italia (10 Ottobre 2013)
In crociera con Peppa Pig: l’offerta MSC dedicata ai più piccoli (4 Luglio 2013)
Viaggi con animali: la Virgin Australia lancia il programma frequent flyer per animali domestici (26 Giugno 2013)
Viaggiare spendendo poco: dallo scambio casa al successo di airbnb (22 Aprile 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili