Viaggio negli Stati Uniti: visitare i deserti in inverno

death valley in inverno

Visitare il deserto in inverno sembra quasi un controsenso, eppure i paesaggi desertici visti nella stagione fredda possono offrire al visitatore scenari mozzafiato e un’esperienza davvero unica.
È il caso dei deserti americani, parliamo del Gran Canyon per esempio, che proprio in inverno, rivelano un lato molto poco conosciuto.

Sembra una follia spingersi nel deserto in pieno inverno, con temperature a volte molto rigide e paesaggi nevosi, tuttavia un primo importante elemento da non dimenticare è che in questa stagione il turismo è praticamente prossimo allo zero, quindi avrete l’opportunità di visitare un luogo meraviglioso, che generalmente è molto affollato in quasi assoluta solitudine.

Certo, non dimenticate di attrezzarvi in maniera adeguata per il freddo: le temperature possono essere molto basse. Per gli amanti della natura, i mesi invernali sono il momento ideale per visitare luoghi come il Big Bend National Park in Texas, una delle più importanti aree protette d’America, al confine con il Messico, il cui territorio è per il 90% desertico.

Anche la Death Valley, di cui abbiamo già parlato, in inverno mostra un lato di se particolarmente affascinante. Si trova in California e in una piccola parte del Nevada e durante l’estate ha temperature davvero proibitive: raramente il termometro scende sotto i 40 gradi e, non essendoci quasi vegetazione, l’ombra resta un miraggio.

Durante l’inverno, la neve copre i picchi più alti e la luce, sempre molto bassa, regala scenari di grande suggestione e tramonti mozzafiato. Gli amanti della fotografia potranno realizzare immagini di grande impatto, aiutati dall’assenza di turisti e visitatori. In primavera la Valle si affolla di turisti e d’estate, come detto fa davvero troppo caldo. L’inverno è, dunque, forse il periodo migliore per esplorare la valle.

Un altro luogo da non perdere è l’Organ Pipe Cactus Monument, un parco interamente dedicato ai cactus. Si trova nell’estremo sud dell’Arizona al confine con lo stato messicano del Sonora. Il parco è considerato monumento americano ed è una riserva protetta dall’UNESCO. Questo è l’unico luogo dove crescono alcune specie di cactus, come l’organ pipe che è nativo messicano.

Grandi paesaggi, luce ottimale per le fotografie e poco, pochissimo turismo di massa: l’inverno negli Stati Uniti può davvero essere un’ottima stagione per visitare i deserti più famosi del mondo.

foto di outdoorPDK

  • Segnalo
  • OkNotizie
  • del.icio.us
  • digg



Articoli correlati

App di viaggio: le migliori da scaricare ora (14 Gennaio 2014)
Umeå in Svezia Capitale della Cultura 2014 (13 Gennaio 2014)
Riga in Lettonia, capitale della cultura 2014 (9 Gennaio 2014)
Top destinazioni 2014 secondo Lonely Planet: Brasile al primo posto (8 Gennaio 2014)
Acceso l’albero di Natale al Rockfeller Center di New York: la stagione natalizia nella Grande Mela è ufficialmente iniziata (5 Dicembre 2013)


Scrivi un commento

Nome (opzionale)

E-mail (opzionale, non verrà pubblicata)

Tuo sito web (opzionale)

Inserisci il codice di controllo riportato nell'immagine

Scrivi il tuo commento

Nota sui commenti: i messaggi ritenuti offensivi e/o comunque non idonei potranno essere cancellati senza preavviso.

Cerca nelle notizie e idee viaggi:

Iscriviti alla newsletter di Voiaganto e ricevi tutte le notizie di viaggi sulla tua email.


Feed RSS
Feed per categoria

Turismo in...

Turismo a...

Turismo per...

Mappe turistiche

Previsioni Meteo

Tag

  • Tag di Voiaganto

Fotogallery

Siti Utili